Mettiamola così…

Mettiamola così, piuttosto che scrivere stronzate preferisco non scrivere. Sono giunto a questa conclusione dopo averci pensato per qualche annetto. Dopotutto non me lo ha mica prescritto il medico di aprire un blog e scriverci dentro. Così dopo averci riflettuto a lungo, anche se non in maniera spasmodica, ho capito che in effetti ci sono delle cose che mi piacerebbe raccontare, o meglio, ci sono delle persone che mi piacerebbe raccontare. Sono quelle che incontri per strada o in metropolitana o quando fai la fila alle poste o chennesò mentre sei in attesa dal medico. Sono sempre le stesse. Cambia un po’ l’accento, la statura, ma sono sempre loro e sono così simili a sé stesse che se ne potrebbe quasi tracciare un ritratto, un identikit, ecco si, proprio quello. Un identikit…

One comment

  1. Salvatore, trovo interessante questa tua riflessione… scritta.
    Allora, nessun medico ti prescrive di scrivere (Mamma mia, che gioco di parole! :D) però è teurapetico, dai.
    Non tratti lo blocco dello scrittore, semmai lo scrittore in blocco, cioè quel “divieto” di scrivere cose di cui non ci si potrebbe essere soddisfatti a stesura e soprattutto a pubblicazione avvenuta.
    Ho all’attivo tantissimi racconti ma anche tante cagatine. Mi accorgo che le tue pubblicazioni sono saltuarie, si vede che ti basi sul detto “pochi ma buoni”. Oddio, hai pubblicato un buon numero di testi se vogliamo, ma non sono mica incalcolabili e quindi nonostante “Mettiamola così…” è datato 2008 continui a rendere onore e mettere in pratica ciò che hai formulato.
    Raccontare di persone o comunque narrare su ciò che si orienta sulla quotidianità anche di tipo autobiografica per non parlare di aneddoti o ricordi inerenti al passato come ad esempio i verdi anni passati, ebbene risultano il mio forte e posso affermare in base a ciò che finora ho letto di te che io e te percorriamo lo stesso binario.
    Credo di averti tracciato più o meno un identikit pur non avendo “indizi” su di te e mi baso sempre sui tuoi lavori finora letti e recensiti.
    Forse leggerò tutta la tua “raccontografia”,
    Che altro dirti?
    Occhio alla penna! 😀
    Alla prossima!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: