La signora Marilena

– Pronto, è lei il signor Salvatore
– Buongiorno, sono io. Con chi ho il piacere di parlare?
– Buongiorno, signor Salvatore. Sono la signora Marilena della SuperFry srl, so che mi aveva cercato…
– Che piacere, signora Marilena. A dire il vero sto provando a chiamare in azienda da circa una settimana. Sto scrivendo un articolo sulle friggitrici. Il pezzo andrà sulla rivista State sobri se potete
– Che coincidenza! Sa che noi costruiamo proprio friggitrici?
– Ma va? Certo che i casi della vita…
– Davvero una bella coincidenza! Mi dica pure, come posso aiutarla?
– Bene… non so se lei è la persona giusta, comunque le spiego…
– Mi dica tutto. Io sono la moglie del titolare. In questo periodo mio marito è fuori per lavoro e prendo io le telefonate dei fornitori.
– Molto bene signora Marilena. Come le dicevo, io non sono un fornitore, sono un giornalista…
– Massì, è lo stesso, cosa vuole che cambi!
– In effetti ci sarebbero delle piccole differenze, ma non importa. Le spiego meglio perché l’ho cercata. Come le dicevo. Dovendo fare questo pezzo, in cui sarà presente una vetrina di friggitrici con le schede tecniche e con le foto, mi chiedevo se potesse essere così gentile da mandarmi del materiale…
– Vuole una friggitrice?
– No, no. Mi basta una foto in alta e un pdf con la scheda tecnica…
– Certo, certo, nessun problema. Qual è il suo numero di fax?
– Forse non mi sono spiegato bene, signora Marilena, io parlavo di foto in formato digitale
– Di queste cose non ne so molto, dovrei informarmi…
– Signora, voi avete fatto una brochure…
– No, no, lei si sbaglia! Noi facciamo friggitrici..
– Forse non mi sono spiegato, signora. Mi riferivo al catalogo. Voi avete fatto un catalogo.
– Davvero?
– Beh, si, ce l’ho qua davanti agli occhi, l’ho preso in fiera al vostro stand. Dicevo, siccome avete realizzato una bro… cioè un catalogo, sicuramente avrete anche delle fotografie in formato digitale…
– Mio marito ha una polaroid, può andare bene?
– No signora Marilena, purtroppo quelle non vanno bene. Le foto digitali sono… come quelle che fa col telefonino…
– Aaaah, ma allora poteva dirmelo subito!
– Bene signora, sono contento di essermi spiegato.
– Allora facciamo così: io faccio una foto a una friggitrice con il mio telefonino, poi quando viene mio marito la stampiamo e gliela mando via fax. Che ne dice?
– Dico che il fax non va bene signora.
– Cosa vuol dire che il fax non va bene?
– (*****)… Si è rotto signora Marilena! Ecco si, il nostro fax si è scassato e non possiamo più riceve nulla!
– Mi scusi signor Salvatore, però lei mi sta facendo perdere tempo, prima mi dice che vuole il materiale e poi mi dice il vostro fax non funziona! Mi scusi se mi permetto, ma questo non è modo di lavorare. Io con i fornitori faccio tutto via fax, al giorno d’oggi un’azienda seria non può mica lavorare senza questi strumenti…
– Sono costernato signora Marilena, mi sa che dovremo attrezzarci quanto prima, assolutamente… Facciamo che ci risentiamo appena sistemiamo il fax?
– Ecco, bravo signor Salvatore, poi quando le funziona tutto, mi chiama e io le mando una bella polaroid che quella è pure a colori e vedrà come viene bene la nostra friggitrice…
– Ottimo signora. Intanto la saluto e le auguro una buona giornata…
– Si, si, vabbene, vebbene. Arrivederci… (click). Ma come si fa a lavorare senza il fax, al giorno d’oggi! Roba da non credere. È per questo che l’Italia va a rotoli…

1 commento


  1. //

    troppo simpatico questo post…quante risate..hi hi hi…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *