In carozzaaaa! (Atto secondo)


Protagonisti:

Lui
Lei
La folla
L’autista
Il sedile

L’autista: – Bene signori, i bagagli sono a posto. Ora, uno alla volta, entrate e accomodatevi. Prima vi sistemate, prima partiamo.
La folla: – Io, io, entro io…
Lei: – Franco, non ti far passare avanti, spingi pure tu…
Lui: – Maria, minchia! Ma cosa devo spingere se qui è tutto bloccato. Ma noi siamo sopra o sotto?
Lei: – Come, non lo sai? Vedi? Sei il solito! Non hai controllato prima di uscire! Io ho fatto le valige, ho preparato i regali, ho fatto la spesa, ho preparato i panini… tu una cosa dove fare!
Lui: – Si, una cosa dovevo fare, Maria. Dovevo spararti nel sonno!
La folla: – Signori, perché non vi togliete di mezzo e continuate a litigare dopo che siamo saliti tutti?
Lui: – Signora, ringrazia che sei una donna!
L’autista: – Non vi accalcate, dentro c’è posto per tutti. Anzi, ci sono almeno 10 sedili liberi. Entrate con calma e poi ne parlate dentro. Lei, si proprio lei, il signore che ha caricato i due armadi… Si sposti per favore…
Lui: – Io mi sposto quando mi pare e piace!
L’autista: – Vabbene, quando ha deciso mi fa un fischio…
Lui: – Ho il 54, sono sopra o sotto?
L’autista: – Io la metterei sotto volentieri!
Lui: – Giovanotto, faccia poco lo spiritoso che se m’incacchio qui chiamo i vigili e fermo tutto!
L’autista: – Si metta dove vuole, sono numerati solo i biglietti, i posti no. Così scegliete di sedervi dove volete…
Lei: – Vai sopra Franco! Corri sopra che stiamo più larghi!
Lui: – Ma porca di quella disperatissima *** Ma come faccio a correre che questa scala è stretta e c’ho il tacco della signora sulla gengiva!

La folla: – Ora che siamo su, scegliamoci i posto vicino al finestrino. Si, si, tutti vicino al finestrino… Cazzo! I finestrini non bastano…
Lui: – Maria ce l’ho fatta, sono su..
Sedile: – Non voglio, non voglio, non voglio…
Lui: – Ora scelgo un bel posto dietro così stiamo tranquilli…
Sedile: – Non voglio, non voglio, non voglio…
Lei: – Dietro ti sei seduto? Ma se lo sai che devo stare avanti se no mi sento male!
Lui: – Maria, prima che il gallo canti io ti avrò accoltellato nel sonno tre volte!
Lei: – Quando fai così io non ti sopporto proprio Franco!Tu questa cosa la devi sapere!
Lui: – Ora che ti sei sfogata mettiti a sedere e caccia un panino dalla borsa!
Lei: – Come lo vuoi?
Lui: – Quello con le melanzane e la salsiccia, va…
Lei: – Vabbene, quello con le patate e i peperoni lo conserviamo per dopo…

3 comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: